Il mio metodo

Ambra Fit, il metodo

“Aiuto Ambra! La parola metodo un po’ mi spaventa, anche perché ho provato di tutto e sono sempre punto e a capo. E se non ce la facessi anche questa volta?”.

È normale, in fondo le preoccupazioni fanno parte della vita, ma lascia che ti dica una cosa: nessuno ti obbliga a vivere un’esperienza che non vuoi e, inoltre, questo metodo che ti spiegherò è alla portata di tutti e davvero semplicissimo!

Gli errori nel percorso sono alla base del successo se nel frattempo si sta imparando qualcosa di nuovo. Io per prima ne ho fatti, quindi siamo sulla stessa barca. Il mio interesse principale è proprio quello di trasmetterti le corrette informazioni e le mie conoscenze, in modo da darti tutti gli strumenti che ti saranno necessari per non commetterne altri.

Se hai già letto CHI SONO, saprai quindi che la mia professione deriva da anni e anni di studi approfonditi, nonché da applicazioni pratiche di queste teorie.
La prima cavia, se così si può dire, sono stata io stessa. Cercavo infatti un modo per migliorare le mie prestazioni agonistiche. Quando ho iniziato a sentirmi meglio dopo aver sconfitto la mia malattia autoimmune, avevo bisogno di aumentare il livello di energie per permettermi di alzare il livello. Le maratone d’altronde richiedono uno sforzo non indifferente. Ho consultato tantissimi professionisti dell’alimentazione mentre studiavo, non tanto per comprendere quanto dovessi mangiare (cosa che tutti possono scoprire tramite dei calcolatori gratuiti online), piuttosto COME!

Il problema rimaneva sempre lo stesso, ovvero che i risultati non arrivavano e, sebbene a livello quantitativo i nutrizionisti fossero tutti allineati, ognuno proponeva la dieta per la quale era specializzato. Non esisteva quindi una risposta personalizzata che potessi sentire adatta alle mie esigenze.
Ogni due mesi provavo una dieta diversa ottenendo solo disastri. C’era chi proponeva quella Mediterranea, con la quale non riuscivo proprio a correre, chi quella Vegetariana e Vegana che mi ha causato l’ipotiroidismo. E poi ancora la Ketogenica, la High o Low Carb, il digiuno alternato e potrei andare avanti a oltranza.
C’era quindi un grande buco e nessuno riusciva a rispondere a questa mia domanda. Siccome sono sempre stata studiosa e puntigliosa, ho deciso di iniziare a cercarla da me comprendendo, tramite la fisiologia, come era fatto il corpo, per poi passare all’alimentazione.
La svolta è arrivata però grazie ad una combinazione di questi studi associati a quelli sulla medicina naturale, con la quale ho scoperto un mondo totalmente diverso.

La medicina naturale, rispetto a quella tradizionale, mi ha insegnato a vedere le cose da un’altra prospettiva, ovvero che l’aspetto fisico è sì da tenere in considerazione, ma è fondamentale più che altro l’aspetto qualitativo della persona. Il concetto chiave lo riassumerei con un “è più importante chi sei e non quanto pesi”. Quando ho capito che ognuno di noi ha un tipo di costituzione che dipende da fattore fisico ed emotivo, sono riuscita a individuare 64 tipi di costituzione che amo definire “naturopatiche”. Se ognuno di noi è un individuo unico nel suo genere, anche la dieta e l’approccio nei suoi confronti dovrà esserlo. In ognuna di queste costituzioni viene preso in considerazione il soggetto non solo per chi è, ma anche per quello che sente.

Era il momento di sperimentare quanto appreso e sono così partita prima da me, riuscendo poi a coinvolgere le persone con le quali mi allenavo e, in un breve lasso di tempo siamo riusciti a passare da semplici amatori a diventare tutti professionisti. Con un’alimentazione adeguata per ognuno non solo a livello quantitativo, ma sopratutto qualitativo, i nostri corpi hanno iniziato a funzionare come dovevano andando anche oltre le mie più rosee aspettative. Ma sono una testarda e non mi bastavano pochi risultati per poter dire che una cosa funzionava. Avevo bisogno di altri dati, altre esperienze come quelle di persone più in là con gli anni che hanno confermato di sentire un’energia pazzesca e una ritrovata vitalità.
Da qui è partito il mio metodo, che nel frattempo ho potuto applicare a centinaia di migliaia di persone, sia tramite consulenza privata, sia insegnandolo a vari nutrizionisti internazionali che lo seguono e lo hanno quindi diffuso confermando la bontà di questo percorso attraverso risultati importanti.

Quello che riscontro maggiormente come feedback è che le persone non si sentono a dieta con il mio metodo e di conseguenza, potendo mangiare quello che desiderano perdendo nel frattempo peso, si sentono felici. Ed è davvero per tutti, perché tutti possono provarlo facilmente anche solo iniziando da qualche ricetta.

Ma come si fa a capire quale tra quelle presenti sul sito è la più adatta a te? È molto semplice. Se le foto che vedi ti solleticano, ti interessano e ti fanno venire l’acquolina in bocca, allora quella sarà la ricetta giusta per te! Certo, il metodo non si limita alle ricette, perché è importante andare alla scoperta di un’educazione alimentare che ti permetta di capire chi sei e cosa dovresti mangiare. Per questo ti consiglio di fare il test gratuito e scoprire a quale tipo di costituzione appartieni. Otterrai un profilo personalizzato che darà come risultato una piramide alimentare di tutto ciò che ti farà bene e inizierai ad essere più consapevole quindi di come donarti benessere.

È importante che tutti seguano una dieta alimentare personalizzata, perché quello che può fare bene a te può nuocere ad altri, e viceversa. La differenza con tutte le altre diete che hai provato in passato e che potresti provare in futuro è questa, con AMBRA FIT METHOD non sei tu a seguire la dieta, ma è la dieta a seguire te!

Buon percorso.

To Top